23
01 / 03
02 / 03

2

03 / 03

3

 

 

                                                  

Ultime News
_
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 289

2013/2014

2013/2014 (80)

Un plebiscito di consensi per il Presidente Scarpelli

Scritto da
Pubblicato in 2013/2014
Venerdì, 20 Giugno 2014 12:51

BIENNALE AIA PADOVA

Un lungo e scrosciante applauso di tutti gli astanti ha accolto la relazione amministrativa, tecnica e associativa letta dal Presidente Sezionale Alessandro Scarpelli nel corso dell’Assemblea Ordinaria Biennale, tenutasi mercoledì 4 giugno presso la Sala Comunale “Fornace Carotta”.

Nel corso dell’Assemblea, presieduta dall’O.A. Giancarlo Scivori e alla presenza del Presidente del CRA Roberto Bettin e dei Componenti Claudio Tognon, Alessandro Lion e Carlo Angelelli, tale relazione è stata approvata all’unanimità. Gli astenuti, escludendo i consiglieri che ovviamente non hanno espresso un giudizio sul loro operato di questi due anni, sono stati infatti solo tre. Nessun voto contrario.


I dati che emergono chiaramente dall’esposizione della relazione sono molteplici. I più salienti sono innanzitutto un incremento della forza arbitrale di 14 elementi (a cui devono aggiungersi gli otto ragazzi che stanno per sostenere l’esame a conclusione del secondo corso arbitri della stagione), e ciò pur in presenza di richieste di trasferimento, di dimissioni e di ben 18 provvedimenti disciplinari di “ritiro tessera” a seguito di segnalazioni del Presidente alla Procura Arbitrale nei confronti di alcuni elementi che, evidentemente, non avevano alcuna voglia di far parte della nostra Associazione.

Secondariamente, a delle risultanze di indubbio valore ottenute dai nostri associati in forza all’Organo Tecnico Nazionale (tra cui spiccano l’esordio in Serie A dell’Arbitro Daniele Chiffi e dell’Assistente Arbitrale Giovanni Colella) e Regionale, va ad aggiungersi il notevole sforzo profuso in questi anni per la formazione, la continua crescita ed il perfezionamento tecnico dei nostri associati, relativamente all’operato finalizzato ad una sempre maggiore qualificazione della nostra Sezione, così come nelle intenzioni programmatiche del Presidente. Tra le varie iniziative, infatti, si rammentano:

  1. l’acquisto di una videocamera con la quale, con esclusive finalità didattiche, nel corso dei mesi scorsi sono state riprese numerosissime gare dirette dai nostri associati, al fine poi di rivederle e discutere tutti insieme delle positività, delle negatività e dei necessari correttivi da porre in essere;
  2. la programmazione e l’effettuazione di specifiche riunioni tecniche riservate ai vari associati, in ragione dell’Organo tecnico di appartenenza o della disciplina praticata;
  3. la programmazione e l’effettuazione di un considerevole numero di RTO congiunte, curate con particolare attenzione e mirate alla crescita del nostro bagaglio tecnico, grazie anche alla presenza ed al confronto con qualificatissimi e prestigiosi relatori di rango nazionale e internazionale;
  4. l’organizzazione di un mini-raduno per i colleghi più promettenti della Seconda e Terza Categoria, con i quali si è discusso e ci si è confrontati su tematiche e problematiche ben precise;
  5. particolare attenzione è stata riposta anche verso una più specifica e performante cura della preparazione atletica da parte dei nostri associati;
  6. nel settembre 2012 indistintamente tutti i colleghi arbitri in forza all’OTS, cosa mai avvenuta prima, sono stati convocati per colloqui individuali, al fine di individuare per ognuno di loro peculiarità, caratteristiche, motivazioni specifiche così da consentirne un impiego mirato e pertanto efficace e vincente.

Inoltre, si rileva come nel corso di questo biennio la nostra Sezione abbia indubbiamente consolidato in maniera significativa la propria presenza sul territorio, acquisendo inoltre sempre maggiore visibilità sui mezzi d’informazione. In questa direzione, molto si è operato anche con il completo rinnovamento, grazie al contributo dei colleghi Salvi e Kalonov, del sito sezionale, nostro vero e proprio “biglietto da visita” e nostro mezzo di comunicazione, curato e costantemente aggiornato con continue informazioni.

Infine, relativamente alla relazione finanziaria, il primo dato che risalta è il saldo positivo tra entrate ed uscite, di gran lunga superiore a quello presente al momento del passaggio delle consegne con l'attuale Presidenza avvenuto in data 6 giugno 2012. In questi due anni di oculata gestione finanziaria, sono state drasticamente ridotte alcune spese, di converso sono stati effettuati maggiori investimenti in attività a diretto ed esclusivo beneficio degli associati.

In particolare, le drastiche riduzioni hanno interessato i costi telefonici relativi quasi esclusivamente al Pronto AIA, i costi relativi alla sala per le RTO obbligatorie, le spese conviviali, le spese di cancelleria.

Sono state completamente eliminate le spese relative ai rimborsi chilometrici che in precedenza venivano riconosciuti per raggiungere la Sezione ai consiglieri che risiedevano fuori Padova ed a coloro i quali si spostavano per conto della Sezione. Di contro la Sezione si è dotata di un nuovo TV LCD da 42”, di una moderna video camera provvista di cavalletto, del lettore ottico del codice a barre della tessera AIA per la rilevazione delle presenze alle RTO che pone la sezione di Padova all'avanguardia nel panorama nazionale, di un fax multi funzione che prossimamente verrà messo in rete, di un pc portatile, delle casacche traforate e personalizzate Sezione Aia Padova e di un radio microfono senza fili per le RTO. Una notevole voce di costo ha interessato quella relativa al polo di allenamento sezionale, finalmente all'altezza del nome che la Sezione di Padova ha in Veneto.

Il contenimento dei costi non ha, comunque riguardato il contributo che la Sezione offre ai propri associati per la festa di Natale ed in quella sezionale di fine stagione sportiva, come anche il rinfresco offerto per festeggiare la promozione di Daniele Chiffi alla CAN B.

A corroborare quanto ut supra esposto è giunta la visita del SIN, condotta personalmente dal Vice Responsabile del settore Carlo Polci coadiuvato da Alberto Petrelli, avvenuta in data 5 ottobre 2013, la quale si è conclusa con una valutazione ampiamente positiva evidenziata nella parte finale di detta relazione che qui si riporta integralmente:

“Per tutto quanto innanzi descritto e dai comportamenti concludenti metti in essere dal Presidente di Sezione di Padova si evidenzia che, pur in presenza di alcuni ambiti di miglioramento …omissis… e tenuto conto del percepibile progresso registrabile nel confronto tra l’attuale gestione e la precedente, si può definire buona la gestione amministrativa della Sezione per la quale non sono state rilevate accertate irregolarità.”

Il Presidente Scarpelli ha concluso la sua relazione enunciando una mission ben precisa: “La nostra Sezione, unita, coesa e forte, continuerà a lavorare duramente con impegno, dedizione e grande spirito associativo affinché si possano raggiungere sempre nuovi, sempre maggiori e sempre più importanti traguardi. Il cammino intrapreso, pur se già decisamente a buon punto, è ancora molto lungo e faticoso. Da parte mia saranno sempre presenti e molti forti la dedizione, la passione, l’entusiasmo ed il massimo impegno. Sono certo che, con il vostro aiuto, riusciremo a realizzare imprese sempre più significative per la nostra Sezione, per i nostri ragazzi!

Grazie e ad maiora!”

 

L'AIA Padova trionfa alla Festa Regionale del CRA!

Scritto da
Pubblicato in 2013/2014
Giovedì, 19 Giugno 2014 11:24

playa cup

È doppietta per la compagine padovana alla festa Regionale del CRA, organizzata sabato 14 giugno presso il Villaggio Turistico Isamar a Isolaverde Chioggia (VE).
Infatti la nostra sezione si è classificata al primo posto sia nel torneo di Beach Volley che nel torneo di Calcio a 5!
Complimenti, dunque, ai nostri associati che hanno tenuto alto l’onore della sezione B. Bellini!

playa cup2

logo

Si comunica che le richieste per l’inserimento a domanda come Osservatori Arbitrali nei ruoli degli OO.TT.NN. per la stagione 2014/2015, dovranno pervenire alla Segreteria dell’AIA a mezzo posta elettronica scrivendo all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Pertanto, tutti gli associati che ne abbiano i requisiti, inclusi coloro che avessero già provveduto ad inviare richiesta tramite posta ordinaria, devono inviare la mail all’indirizzo di posta elettronica sopraindicato.

Stefano Braschi alla Festa delle Premiazioni di Padova

Scritto da
Pubblicato in 2013/2014
Mercoledì, 11 Giugno 2014 09:08

festa premiazioni

Anche quest'anno, come è consuetudine, si è svolta la tradizionale cena conclusiva di quella che è stata una stagione sicuramente più significativa e illustre delle altre. La nostra Sezione di Padova, infatti, può vantare nuovamente la presenza di un arbitro effettivo in serie A, dopo il recente esordio del collega Daniele Chiffi nella gara Sampdoria-Napoli, assente in questa serata proprio perché impegnato come IV ufficiale di gara in una gara di serie B. Come lo scorso anno lo scenario della festa delle premiazioni, avvenuta venerdì 30 maggio, è stata l'elegante sala del ristorante “Aquattro” del Crowne Plaza Hotel. Circa 200 tra associati e loro famigliari e amici si sono riuniti per questo evento, impreziosito dalla presenza di ospiti di spessore nel mondo arbitrale, a cominciare dalResponsabile della Commissione di CAN A Stefano Braschi e proseguendo poi conl'A.B. Danilo Bigi, nostro illustre associato Componente del Comitato dei Garanti, Filippo Antonio Capellupo, Responsabile dell’osservatorio violenze agli arbitri, il responsabile del Servizio Ispettivo Nazionale Antonio Zappi, il Presidente del CRA Friuli Venezia Giulia Massimo Della Siega, il Vice Presidente CRA Veneto Massimo Biasutto, il Componente Cra Veneto Alessandro Lion, il Vice Presidente Vicario Figc C.R. Veneto Florio Zanon, il Componente del TAS - Tribunal Arbitral Du Sport di Losanna Avv. Jacopo Tognon, il Delegato Provinciale del Coni di Padova Buratto Flaviano, il campione olimpico e del mondo di fioretto Mauro Numa, l'A.E. CAN PRO della Sezione di Este Candeo Luca. Erano inoltre presenti i Presidenti delle Sezioni AIA di Adria, Castelfranco, Cesena, Chioggia, Este, Legnago, Rovigo, Portogruaro.

Dopo il saluto d’apertura del nostro Presidente sezionale Alessandro Scarpelli, sono intervenuti a motivare i nostri arbitri il responsabile del Servizio Ispettivo Nazionale Antonio Zappi, il responsabile dell’osservatorio violenze agli arbitri Filippo Antonio Capellupo, che ha trattato appunto il problema della tutela della figura arbitrale e della sicurezza, il Vice Presidente Cra Veneto Massimo Biasutto e infine il Responsabile della Commissione di CAN A Stefano Braschi, arrivato in un secondo momento. Anche quest’anno la collega Elena Lunardi ci ha garantito la visione di un video rappresentativo di quella che è la nostra sezione, giovane, seria e impegnata, dove non mancano il divertimento e lo spirito di squadra, nonostante la figura dell’arbitro possa essere vista dai più come solitaria e costretta solo alla parte più ingrata di una partita di calcio.

Dopo aver avuto inizio, la cena è stata intervallata dalle premiazioni degli arbitri che si sono distinti in questa stagione sportiva.

Sono stati dunque premiati gli esordi sezionali in Terza Categoria dei colleghi Arbitri Effettivi Burattin Andrea, Camani Federico, Di Sorbo Paolo, Galtarossa Piero, Salviato Nadir. Per la Seconda Categoria il premio è stato assegnato agli arbitri Bacco Edoardo, Bulbarella Giacomo, Carluccio Flavio, Ochiu Cosmin Daniel, Pellegrina Leonardo, Santoro Diego, Tommasi Jacopo, Varnier Luca.

A livello regionale gli esordi sono stati in C1 di calcio a 5 gli arbitri Callegaro Matteo e Mastandrea Vito, in Promozione l’O.A. Voltan Mauro e in Eccellenza il giovane arbitro Lovison Roberto.

Per quanto riguarda gli esordi nazionali, a meritarsi i premi sono stati i colleghi Sanavia Manuele per la serie A2 di calcio a 5 e Scarpelli Francesco per la serie A1 di calcio a 5. L'ultimo esordio premiato, ma sicuramente non il meno importante, è stato quello dell'arbitro Chiffi Daniele per la serie A.

È stato poi il momento della consegna dei premi ventennali e cinquantennali. I primi sono toccati ai colleghi Colella Giovanni, Morelli Gianluca e Noventa Nicola, i secondi agli Arbitri Benemeriti Buson Mario, Manzoni Adriano e Morato Sergio.

Infine sono stati consegnati i premi sezionali. I genitori e la sorella del nostro collega Denis, scomparso in un incidente stradale qualche anno fa, hanno consegnato il premio “Tomei” al collega A.E. Santoro Diego, distintosi come giovane arbitro di calcio a 11. Il premio “Jacono” è andato a Cagnin Adriano, distintosi come Osservatore Arbitrale. Il collega Fantin Alberto si è meritato il premio “Arnosti” per essersi distinto come giovane arbitro di calcio a 5. In conclusione sono stati consegnati i premi “Saetti” a Petrillo Mario e “Donantoni” a Gabrielli Marco per l’impegno costante nello svolgere l’attività associativa.

La Festa delle Premiazioni è sempre un’occasione piacevole per ritrovarsi tra colleghi, confrontarsi sulla stagione passata e caricarsi per la stagione ventura, raccontarsi le esperienze, i successi e anche gli episodi difficili accaduti sul terreno di gioco.

 

PET 3309

Assemblea Sezionale Ordinaria del 4 giugno

Scritto da
Pubblicato in 2013/2014
Martedì, 03 Giugno 2014 10:07

fornace-carotta

Si rammenta che per domani, 4 giugno 2014, in prima convocazione alle ore 19.30 ed in seconda convocazione alle ore 20.30 presso la sala comunale “Fornace Carotta”, sita in via Siracusa n. 61 di Padova, è convocata l’Assemblea Sezionale Ordinaria  per l'esame, la discussione e la votazione della relazione tecnica, associativa e amministrativa presentata dal Presidente di Sezione, previa lettura della relazione amministrativa e contabile del Presidente del Collegio dei Revisori dei conti sezionali relativa al biennio 2012/2013 e 2013/2014 e per l'elezione di due dei tre componenti del Collegio dei Revisori dei Conti Sezionali.

Inoltre, appare doveroso ricordare che:

1) Hanno diritto di voto solo gli associati che abbiano compiuta la maggiore età e che risultino nominati arbitri entro il 30 giugno 2013, che non siano sospesi neppure cautelativamente e che non siano morosi nel pagamento delle quote sezionali.

2) Ogni associato presente con diritto di voto può essere portatore di una sola delega scritta.

3) Hanno diritto di partecipare all’assemblea tutti gli arbitri anche se  privi del diritto di voto.

 

Festa delle Premiazioni 2014

Scritto da
Pubblicato in 2013/2014
Mercoledì, 21 Maggio 2014 10:41

cena premiazioni 2013

A conclusione della stagione 2013/14, venerdì 30 maggio a partire dalle ore 19.30 si terrà la tradizionale “Festa delle Premiazioni” presso il ristorante “A quattro” sito in Via Po, 197 a Padova nel complesso dell’Hotel Crowne Plaza.

Il costo pro capite, grazie al contributo sezionale, sarà di € 22,00 per ogni associato e per una persona che lo vorrà accompagnare. Per ogni altro familiare al seguito il costo è di € 28,00. Per i bambini, a cui verrà dedicato un menù ad hoc, il costo è di € 10,00.

Il termine ultimo per consegnare l’adesione e versare le quote è venerdì 23 maggio.

Di seguito si riporta il ricco menù della serata:

 

 

Aperitivo di benvenuto

Prosecco doc. extra dry

Succo di agrumi in caraffa e Analcolico fruttato

Gocce di grana Padano in forma Piccole bruschette alle verdure

Olive all’ascolana

Pizzette e rustici in sfoglia

 

Antipasto

Carpaccio di lonzino affumicato con verdure marinate

Crostino con spuma di grana

 

Bis di primi

Cannelloni con ripieno di carni bianche e spinaci

Maccheroncini di pasta fresca con ragù d’anatra su conchiglia di grana

 

Secondo

Picanha di sotto fesa al profumo di rosmarino

Patate tornite al forno aromatizzate ai profumi dell’orto

 

Dolce

Morbido vanigliato alla frutta

Brindisi con spumante brut millesimato

Vino Bianco e rosso Doc. dei colli Euganei Selezione Aquattro

Acqua minerale e Caffè

 

Menù bambini

Penne al pomodoro o ragù di carne

Battuta di tacchino impanata con patatine fritte

Macedonia di frutta con gelato

Bevande analcoliche

 

 

 

 

 

 

 

 

RTO con Tucci 2 sez

L’ultima, ma non per questo meno importante, Riunione Tecnica Obbligatoria si è tenuta come di consueto alla Fornace Carotta lo scorso 14 aprile.

La riunione è iniziata con i saluti del Presidente Scarpelli ai numerosi colleghi presenti in sala e ha visto come ospite d’eccezione il Componente della Commissione di Disciplina D’appello dell’AIA l’Arbitro Benemerito Rosario Tucci. Dopo la visita dell’Arbitro Internazionale Daniele Orsato, il Presidente della sezione patavina ha voluto ricordare ai colleghi, alla presenza di Rosario, che essere Arbitri non vuol dire solo essere bravi ad arbitrare in campo ed essere preparati atleticamente ma significa anche essere consapevoli del ruolo che si rappresenta al di fuori del Campo di Gioco conoscendo e rispettando quindi anche le disposizioni del regolamento associativo AIA. Rosario, dopo aver ringraziato il Presidente dell’invito e dopo aver salutato i colleghi, ha preso la parola dicendo che l’AIA è l’unica componente della FIGC ad avere al prorpio interno un sistema di giustizia domestica e da grande esperto del regolamento AIA ha spiegato dettagliatamente i punti fondamentali ribadendo a tutti i colleghi che giustizia domestica non significa un apparato sanzionatorio più "mite" e chiarendo che, al contrario, le sanzioni a carico degli associati AIA sono tendenzialmente più severe rispetto a quelle inflitte agli altri associati FIGC. Questo, spiega sempre Rosario, è dovuto al fatto che la figura dell’arbitro deve essere impeccabile e come tale deve essere caratterizzata da comportamenti esemplari. Successivamente ha poi esplicitato le diverse tipologie di infrazioni; dalle condotte che possono prevedere a volte solo il rimprovero, a quelle più pesanti che variano a seconda delle infrazioni commesse dagli arbitri come per esempio il mancato pagamento delle quote associative o il mancato rinnovo del certificato medico sportivo. Infine Rosario ha poi portato alcuni esempi di casi trattati dalla commissione ribadendo il fatto che anche un semplce messaggio un commento “di troppo” sui social network può portare alla fine di una carriera di un giovane arbitro. La riunione, che ha visto la partecipazione attiva dei colleghi, si è conclusa con i saluti di Rosario Tucci e del Presidente Scarpelli. Al termine della riunione alcuni arbitri si sono ritrovati in un noto ristorante della zona terminando così in maniera conviviale la serata.

Ernesto Baldan è stato nominato Cavaliere della Repubblica

Scritto da
Pubblicato in 2013/2014
Giovedì, 24 Aprile 2014 23:31

cavaliere

Si comunica che il nostro collega Osservatore Arbitrale Ernesto BALDAN è stato recentemente insignito della onorificenza di Cavaliere della Repubblica.

Giungano ad Ernesto, i più sentiti complimenti da parte di tutta la Sezione “B. Bellini”!

Lutto nell'AIA PAdova: è mancata la madre di Macchion

Scritto da
Pubblicato in 2013/2014
Giovedì, 17 Aprile 2014 08:35

lutto

 

È venuta a mancare all’affetto dei suoi cari la madre di Giampaolo MACCHION.

Le esequie si terranno domani, venerdì 18 aprile, alle ore 16.30 presso la Chiesa di San Bonaventura a Cadoneghe (PD).

A lui e famiglia giungano il profondo cordoglio e le più sentite condoglianze del Presidente Scarpelli, dei componenti il Consiglio Sezionale e di tutti gli Arbitri della Sezione “B. Bellini”.

 

2014Gabrielli AIA Orsato9

Dopo due anni torna a far visita alla nostra sezione l’Arbitro Internazionale Daniele Orsato in occasione della Riunione Tecnica Obbligatoria di lunedì 7 aprile 2014.

Un gradito ritorno, fortemente voluto dal presidente Alessandro Scarpelli, che segna una tappa di altissimo spessore nel continuo, costante e qualificato percorso di crescita degli associati patavini. In una sala Fornace Carotta gremitissima dopo una breve introduzione del Presidente Scarpelli e dopo la proiezione di un video di presentazione elaborato dal Vice-Presidente Elena Lunardi, la parola passa immediatamente al relatore d’eccezione.

Descrivere l’attenzione con cui gli associati hanno assistito alle parole dell’illustre ospite risulta tutt’altro che facile: è un rapporto diretto quello che Daniele instaura fin da subito con i propri interlocutori, proprio come la chiarezza che mette dal primo minuto in campo con i calciatori. “Prima fate un passo indietro e poi parliamo” dice ai giocatori che verbalmente lo “assalgono” contestandone una decisione, come mostra una delle varie videoclip proiettate in sala. E’ infatti l’aspetto comportamentale quello su cui non è consentito sbagliare, laddove invece l’errore è il passaggio essenziale che consente all’arbitro di crescere sotto l’aspetto tecnico.

Saper mantenere le “giuste” distanze dai calciatori significa rispettare il proprio ruolo, il che costituisce il primo passo per poi poter ottenere da essi rispetto.

Prestare rispetto significa saper essere “uomini” e, aggiunge, “quello che dimostrate di essere nel rettangolo di gioco, lo siete anche come uomini.”

Nel cuore della riunione tuona con un’affermazione senz’altro ad effetto: “Non tutti diventerete grandi arbitri. Ma voi tutti siete dei grandi arbitri”. Ognuno con il proprio percorso di maturazione, partita dopo partita e vivendo al massimo il presente, non senza difficoltà e sacrifici, può raggiungere il proprio traguardo. E’ indispensabile a tal fine scommettere su se stessi e tirar fuori l’ “orso” che c’è in noi: se ci sono le qualità, si emerge senz’altro.

Il discorso vira poi sull’importanza dell’aspetto preventivo: la partita di un arbitro è infatti continua prevenzione e quello che si è risparmiato ad un giocatore in una gara, peserà il doppio nella successiva. E’ proprio attraverso la capacità di prevenzione che si misura la personalità di un arbitro: bisogna restare sempre sul pezzo, essere presenti e vivere la gara senza tralasciare il dettaglio che appare, lì per lì, insignificante.

Numerosi gli interventi a chiusura della riunione, tra i quali anche quello della madre di un giovanissimo associato che gli ha chiesto come si relaziona con i calciatori più esuberanti. La risposta arriva fulminea: “mi comporto con tutti i calciatori allo stesso modo. Rispetto tutti e allo stesso modo esigo rispetto da tutti.”

La riunione si è conclusa con una cena in compagnia presso un noto ristorante della zona.

 

Orsato-Alessandro

 

Pagina 1 di 6

Contattaci

 

Via Nereo Rocco (c/o Stadio Euganeo, Tribuna Est)

35135 - Padova

Tel: 049 8595021

Fax: 049 8591448

Email:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Twitter