23
01 / 03
02 / 03

2

03 / 03

3

 

 

                                                  

Ultime News
_
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 373

2009/2010

2009/2010 (36)

La Pubalgia

Scritto da
Pubblicato in 2009/2010
Venerdì, 22 Gennaio 2010 15:00
La pubalgia è una sindrome caratterizzata da un dolore intenso al livello del pube,il più delle volte non centrale,ma spostato a destra o sinistra.Negli Stati Uniti e nei Paesi anglosassoni la pubalgia viene invece denominata "sportsman hernia",ernia degli sportivi :in entrambi i casi non sono definizioni definitive,perchè non si tratta semplicemente di un dolore sul pube,così come non si tratta di un'ernia nel puro senso del termine,e cmunque non sempre a carico di sportivi di professione.Di conseguenza,sarebbe forse più giusto parlare di sindrome dolorosa pubica inguinale.Alcune categorie di sportivi se ne ammalano molto:loro riferiscono di un doloreintnso a destra o a sinistra del pube.Tra questi sportivi ci sono quelli che fanno movimenti di adduzione della coscia e della gamba sul bacino e movimenti di estensione della coscia sul bacino:in sostanza i mezzofondisti,i calciatori e tutti coloro che sono sportivi professionisti e che utilizzano molto la muscolatura degli arti inferiori ed il cingolo del bacino.Ne posono soffrire,però,anche individui non sportivi di professione,di età compresa tra i venti ed i cinquanta anni,magri,che svolgono una vita attiva,e che spesso svolgono lo sport a livello amatoriale o che,addirittura,non fanno alcuna attività sportiva.L'iter diagnostico di questa sindrome consiste nell'esame clinico,ecografia e in alcuni casi particolari di una risonanza magnetica nucleare.Quest'ultimo esame è importante per escludere altre patologie di tipo muscolo-tendineo della medesima regione o anche vertebrale.Se neanche la risonanza dà delle informazioni,in alcuni centri si può svolgere l'erniografia,cioè l'inserimento di un mezzo di contrasto all'interno della cavità peritoneale sotto radioscopia o radiografia.La terapia consiste nel riposo assoluto,utilizzo di farmaci antalgici e antinfiammatori,allo scopo di "raffreddare i tessuti che sono stati sottoposti ai traumi,ed infine con la fisioterapia.Quando tutto questo non porta alla soluzione del problema o si verificano ricadute frequenti,allora si può prendere in considerazione l'intervento chirurgico.L'intervento,senza soffermarci in spiegazioni tecniche,dura circa un'ora e consente la ripresa della normale attività lavorativa sedentaria già il giorno dopo e la ripresa dell'attività sprtiva dopo una settimana.

Regolamento sanitario dell’AIA

Scritto da
Pubblicato in 2009/2010
Mercoledì, 10 Febbraio 2010 17:53

L’attività sanitaria dell’AIA si realizza attraverso la seguente struttura:

  1. Modulo bio-medico del settore tecnico arbitrale
  2. Fiduciario sanitario regionale
  3. Fiduciario sanitario periferico

I requisiti fisici per l’espletamento dell’attività di A.E. ed A.A. sono i seguenti:

  • Sana costituzione fisica
  • Assenza di malattie contro indicative e suscettibili di peggioramento per l’attività sportiva
  • Assenza di imperfezioni morfologiche o funzionali menomanti l’efficienza generale dell’atleta e la sua capacità arbitrale
  •  Valutazione dell’habitus del soggetto e dell’indice ponderale
  • Apparato oculare di normale morfologia e funzionalità: visus minimo 9/10 per occhio anche se corretto con lenti corneali a contatto
  • Senso cromatico normale
  •  Capacità uditiva nella norma
  • Apparato respiratorio e cardiocircolatorio sani
  • Apparato locomotore normale

I requisiti fisici per l’ammissione e la permanenza dell’attività nei ruoli degli O.A. sono i seguenti:

  1. Assenza di malattie incompatibili o contro indicative o suscettibili di peggioramento con l’attività di O.A. documentata mediante certificato medico di buona salute rilasciato dal proprio medico di base
  2. Visus minimo 16/10 complessivi, con almeno 6/10 per l’occhio peggiore anche se ottenuto con correzione con lenti a contatto od occhiali
  3.  Capacità uditiva nella norma

L’accertamento sanitario della carenza di uno di questi requisiti, in qualsiasi momento, determina la temporanea sospensione dell’attività.

 

Gli A.E., A.A ed O.A. sono obbligati per svolgere l’attività a presentare, alla scadenza della validità annuale senza scopertura, l’attestazione di idoneità all’attività sportiva agonistica per l’A.E. e A.A. e non agonistica per l’O.A.

Per questi ultimi è obbligatorio che tale certificato di buona salute sia rilasciato dal medico di base (D.M. 28 febbraio 1983)

Dr. Vincenzo Petta
Fiduciario sanitario AIA

Comunicato Ufficio Stampa A.I.A. Padova

Scritto da
Pubblicato in 2009/2010
Domenica, 21 Febbraio 2010 01:01
Come molti di voi già sapranno, l'Ufficio Stampa AIA Padova è momentaneamente trasferito a...Siviglia.
Pertanto, coloro che fossero interessati a mettersi in contatto con il sottoscritto per segnalazioni, news, foto, video e quant'altro, potranno continuare a farlo - fino al termine della stagione sportiva - tramite email (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.), Skype (francesco.palombi) e telefono (+34 673 30 61 88).
Grazie e a presto!
Il Consigliere Responsabile Ufficio Stampa A.I.A. Padova
A.E. Francesco Palombi

In arrivo nuovo materiale nello store di AiaPadova.it

Scritto da
Pubblicato in 2009/2010
Domenica, 21 Febbraio 2010 01:04
Sono in arrivo la nuova tuta, completamente in cotone, il bomber ed il cappellino 8 spicchi...tutti rigorosamente marchiati AIA Padova!
Per saperne di più e per prenotazioni, contatta il Consigliere Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Quote Associative 2010

Scritto da
Pubblicato in 2009/2010
Domenica, 21 Febbraio 2010 01:06
Sono in fase di raccolta le quote associative per l'anno 2010. La quota è pari ad € 38,00, con possibilità di contributo straordinario volontario di € 2 a favore del costituendo Fondo di Solidarietà Arbitrale promosso dal CRA Veneto.
E' possibile effettuare il versamento della quota nelle mani del Cassiere Barreca o del Presidente Spiezia, oppure ancora a mezzo bonifico bancario:
IBAN: IT 57 V 06225 12118 100000001873 intestato a AIA - Associazione Italiana Arbitri - FIGC - Sezione di Padova
Decorso inutilmente il termine per il pagamento della quota (Marzo 2010), verrà automaticamente avviato il procedimento disciplinare nei confronti degli Associati morosi.

Ai nastri di partenza in nuovo "Corso per Arbitri di calcio"!

Scritto da
Pubblicato in 2009/2010
Domenica, 21 Febbraio 2010 01:07
GFischia anche tu il calcio d'inizio!iovedì 18 si è tenuta la lezione introduttiva al nuovo Corso per Arbitri di Calcio, tenuto dal Collega Mario Festa coadiuvato dall'A.A. Elisa Secco.
Le iscrizioni sono ancora aperte; invia ora i tuoi dati, e sarai subito ricontattato per prendere parte alla lezione successiva!
Inoltre, nelle prossime due uscite casalinghe del Calcio Padova (27/02 Padova - Torino e 13/03 Padova - Crotone), ci saranno prima dell'inizio dell'incontro dei giovani Arbitri agli ingressi dello Stadio Euganeo, disponibili a fornire informazioni ulteriori e materiale informativo.
Che aspetti allora...unisciti a noi, e fischia anche tu il calcio di inizio!

L'A.B. Paolo Saetti "Padovano Eccellente 2009"

Scritto da
Pubblicato in 2009/2010
Domenica, 21 Febbraio 2010 01:09
Autoritratto di Paolo Saetti - Olio su tela

Il giorno 20 febbraio scorso, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Padova,  si è tenuta la XXIII° edizione della manifestazione per il conferimento del titolo di “Padovano Eccellente” per l’anno 2009. Il riconoscimento viene conferito a quei cittadini che hanno, in vario modo e nel loro campo di attività, cooperato nel portare avanti il nome di Padova contribuendo così a rendere grande la nostra città “con le proprie opere – come si legge nella motivazione – dell’ingegno, del lavoro, della cultura, del commercio e dell’intelletto”.

Tra gli insigniti del prestigioso riconoscimento figura, in questa edizione, anche il nome del Collega Arbitro Benemerito Paolo Saetti, autore delle bellissime litografie generosamente offerte agli Arbitri Padovani e periodicamente donate ai vari Ospiti ed Autorità intervenute nella nostra Sezione.

Paolo Saetti, trentino di nascita, ma padovano d’adozione, è pittore, scultore e poeta. Specializzato in paleografia gotico-latina si dedica prevalentemente all’Arte Sacra. Fondatore di circoli artistici e molto attivo nell' UCAI ( Unione Cattolica Artisti Italiani ), ha avuto l'onore di veder esporre le proprie opere anche all’estero. Sue pale d'altare, veri ed autentici capolavori dell'arte, si trovano in diverse chiese di Padova e provincia.

 
Un sentito “Grazie”, quindi, anche da parte di tutti noi della Sezione di Padova al Collega Saetti: Maestro d’Arte, Uomo di Sport.

L’Arbitro Sergiu Glavan “Eroe” per un giorno

Scritto da
Pubblicato in 2009/2010
Lunedì, 01 Marzo 2010 15:44

Quattro secondi. Quattro, non di più. Il tempo di un respiro profondo, il tempo per raccogliere immagini esterne e sensazioni interiori e tramutarli in fatti, in decisioni concrete: come scrive Aldo Bertelle (Direttore della Comunità “Villa San Francesco” a Facen di Pedavena-BL, ndr) nel bellissimo libro “Arbitri senza fischietto”, ogni Direttore di gara ha a disposizione “al massimo 4 secondi per decidere cosa fare, sapendo che può sbagliare ma che deve comunque decidere”.

Ebbene, sabato 27 febbraio 2010, presso gli impianti sportivi di Pontevigodarzere (PD), l’Arbitro della Sezione AIA di Padova Sergiu Glavan (designato per la gara del Campionato Juniores Provinciali San Carlo Pontevi – Massanzago) ha impiegato meno di quattro secondi per prendere la decisione più importante della Vita. Non sua, ma quella del giovane portiere della squadra di casa, caduto rovinosamente a terra privo di sensi a seguito di uno scontro di gioco con un avversario.

Era da poco scoccato il ventisettesimo minuto del secondo tempo. Su un traversone degli ospiti, si avventano in contemporanea attaccante e portiere locale per contendersi la sfera. L’impatto tra la testa dell’estremo difensore ed il ginocchio dell’avversario è violentissimo e tremendo: il numero 1 cade a terra con il volto completamente insanguinato, in preda alle convulsioni e con evidenti difficoltà respiratorie.

A quel punto Sergiu, resosi subito conto della gravità dell’infortunio, si lancia a tirare fuori la lingua del giovane calciatore per farlo respirare, nonostante i denti serrati gli stringano le dita procurandogli atroci dolori. Sergiu rimane lì però, non molla la presa, ed aspetta l’arrivo dell’ambulanza del SUEM, che alle 18 trasporterà il ragazzo nel reparto di Neurochirurgia del nosocomio padovano (dove i medici riscontreranno un trauma cranico con vasto ematoma, dichiarando il giovane – dopo qualche giorno in osservazione – definitivamente fuori pericolo).

Attoniti e commossi gli altri atleti in campo, oltre ai numerosi dirigenti e spettatori presenti all’incontro; in particolare, il Presidente del San Carlo Pontevi Antonio Castiello ha così dichiarato, ancora scosso dalla vicenda: “In tanti anni che sono nel mondo del calcio non avevo mai visto un gesto simile. Non finirò mai di ringraziare questo Arbitro, senza la sua prontezza di riflessi il nostro portiere sarebbe stato spacciato. Ora lo aspettiamo nella sede della nostra Società, per tributargli pubblicamente il nostro ringraziamento e la sentita riconoscenza per quello che ha fatto.”

Visibilmente emozionati anche il Presidente della Sezione AIA di Padova Vitaliano Spiezia ed il Delegato FIGC Padova Giulio De Agostini, che hanno consegnato una targa al giovane Sergiu in occasione della Riunione Tecnica Obbligatoria sezionale del 22 marzo u.s.: “Il gesto di non comune altruismo e coraggio di questo ragazzo deve rappresentare un esempio positivo per tutti Noi, Uomini-Arbitri – ha così dichiarato il Presidente Spiezia – I medici ci hanno assicurato che il tempestivo intervento di Sergiu, che con tale azione ha messo a repentaglio la sua stessa incolumità, è stato fondamentale e decisivo per la salvezza del giovane ragazzo infortunato.”

Anche Umberto Carbonari, Componente Nazionale dell’AIA presente alla “Festa delle Premiazioni” della Sezione di Padova di venerdì 14 maggio scorso, ha voluto rendere omaggio al giovane Sergiu, sottolineando l’importanza del suo gesto provvidenziale.

E lo stesso Glavan si schernisce, quasi inconsapevole della sua eroica condotta in quei drammatici momenti: “Io un eroe? Non mi sento assolutamente tale, ho solo messo in atto ciò che mi ha dettato l’istinto alla vista del portiere, quasi mio coetaneo, così gravemente infortunato. Sarò sempre grato a mio padre (medico, scomparso alcuni mesi fa, ndr), per avermi insegnato le nozioni fondamentali di primo soccorso; spero che dall’alto dei cieli sia orgoglioso di me per quello che ho fatto.”

Prontezza di riflessi, coraggio, lucidità e tempestività nella decisione: sono questi, in buona sostanza, anche i requisiti che si richiedono ad un “fischietto” nella sua attività arbitrale.

Le stesse qualità che ha dimostrato di possedere, quel tragico sabato, l’Arbitro Sergiu Glavan: salvando una giovane vita, e mettendo “in fuorigioco” la morte.

Sono aperte ufficialmente le iscrizioni per i tornei sezionali di Calcio a 5, organizzati dalle Sezioni AIA di Monza e Termoli, e per il II° Torneo di PES su Playstation 2 (Memorial "G. Jacono").
Per comunicare la propria adesione e per maggiori informazioni (circa date di svolgimento, quota individuale di partecipazione, ecc...), contattare quanto prima il Consigliere Responsabile Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Il Consiglio Direttivo Sezionale, nell'ultima seduta di venerdì 26 marzo u.s., ha deliberato all'unanimità che la Sezione AIA di Padova parteciperà con una propria Rappresentativa esclusivamente al Torneo di Calcio a 5 "Memorial R. Baracchetti", che si terrà a Monza (MI) nella giornata di domenica 23 maggio p.v. (quota da definire).

Nel diramare le convocazioni per tale competizione tra Sezioni A.I.A., inoltre, verrà data priorità ai Colleghi regolari frequentatori del Gruppo di Allenamento sezionale; per maggiori informazioni ed adesioni, si prega di contattare il Responsabile per la Preparazione Atletica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.">

Si precisa che la Sezione AIA di Padova non prenderà parte ad altre competizioni simili; con l'occasione, si invitano i Colleghi a considerare come valide ed attendibili solo le comunicazioni pubblicate all'interno di questo sito, e che terze fonti on-line (blog, chat, community, forum, ecc...) non rappresentano canali di comunicazione ufficiale direttamente riconducibili alle attività della Sezione AIA di Padova.

Pagina 1 di 3

Contattaci

 

Via Nereo Rocco (c/o Stadio Euganeo, Tribuna Est)

35135 - Padova

Tel: 049 8595021

Fax: 049 8591448

Email:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Twitter