23
01 / 03
02 / 03

2

03 / 03

3

 

 

                                                  

Ultime News
_

IL CRA VENETO IN VISITA ALLA SEZIONE DI PADOVA In evidenza

Scritto da 
Pubblicato in 2016/2017
Mercoledì, 25 Gennaio 2017 11:29

Parte subito forte il 2017 per la sezione di Padova,che ha l'onore di
ospitare una delegazione del CRA Veneto alla prima RTO dell anno.In
data lunedì 9 gennaio infatti, nella consueta location della Sala
Fornace Carotta si è svolto l'incontro con il Presidente Tommasi,il
Vice Segna e i suoi Componenti Piccoli e Schiavo: il Presidente
Scarpelli,nell'accogliere gli illustri ospiti,ha approfittato per
comunicare ai presenti alcuni degli ultimi traguardi raggiunti dagli
associati patavini.E' il caso di Manuel Anelli,impiegato come AA1
nella finale di Coppa Italia Eccellenza tra Ambrosiana e Clodiense,e
dei colleghi arbitri Tommasi e Carrisi,freschi dell'esordio
rispettivamente in Eccellenza e Promozione.Nel Calcio a 5,un quarto di
finale di Coppa Italia C1 ai fischietti Fantin e Piccolo,la finale di
Superoppa Nazionale C5 Femminile a Simonetta Romanello ed ancora
un'altra prestigiosa designazione in Serie A Futsal per Francesco
Scarpelli.

"La possibilità di avere qui a Padova il CRA Veneto ci riempie di
orgoglio" ha squillato Scarpelli ,continuando "so che questa sezione
saprà cogliere il meglio da questo incontro",passando quindi la parola
a Dino Tommasi, che si è detto" veramente felice di vedere tanti amici
dopo molto tempo",considerando la grandezza e il prestigio della
Sezione patavina.

Proprio dall'importanza della Sezione è voluto partire l'ex fischietto
di Serie A, punto cardine nella formazione tecnica e caratteriale dei
ragazzi all'interno della loro vita arbitrale:il lavoro attorno a loro
deve essere costante,partendo dal CDS per arrivare agli associati con
esperienze nazionali,che devono sapersi mettere a disposizione.

Dino ha voluto approfondire 4 macroargomenti arbitrali nel suo
intervento,focalizzato sul ruolo del direttore di gara:l'aspetto
atletico,quello tattico,il comportamentale e quello
tecnico-disciplinare.

Seguendo l'ordine,ha apertamente dichiarato come l'aspetto atletico
sia scontato,basilare:"è impossibile esigere dei risultati senza la
corrispettiva dose di sacrificio" ha sentenziato, spronando i presenti
a dover mettere da parte pigrizia mentale e sufficienza atletica, per
cercare invece determinazione,volontà di essere presenti e di voler
dare il proprio massimo in ogni situazione. "Solo un arbitro con
grande consistenza atletica saprà valutare serenamente ogni
episodio,avendo l'intelligenza di unire un corretto spostamento ad una
posizione adeguata sul terreno di gioco".L'eloquenza dell'ospite ha
catturato completamente la platea della Fornace,coinvolta ed
attentissima ad ogni sfumatura del ragionamento esposto con grande
efficacia da Dino.

Il Presidente CRA ha voluto poi soffermarsi sull'aspetto
comportamentale dell'arbitro,rimarcando come sia fondamentale saper
utilizzare la propria personalità nel ruolo arbitrale :" l'arbitro è
il proprio carattere,è il proprio istinto" ha decretato , poi
continuando "sappiate mostrare spontaneità e naturalezza,ma con la
convinzione di essere determinati e sopratutto efficaci".

"Proprio la capacità di non voler mai trascurare nessun dettaglio,di
non voler lasciare al caso mai nulla,di saper leggere il momento è la
chiave per vincere la vostra partita": questa la frase ad effetto che
ha ricevuto diversi cenni di assenso dal buona parte del pubblico.

Proseguendo nel suo intervento,ha riservato particolare attenzione
alla capacità tecnica e all'aspetto disciplinare all'interno delle
decisioni arbitrali,ricordando come serva effettivamente una dose
importante di coraggio nelle piccole cose ,così come una gran
prontezza nelle decisioni più importanti,accompagnate da una concreta
lucidità nel momento della scelta:"lasciatevi guidare
dall'istinto,pensare troppo ad un'azione può portare a decisioni
sbagliate".

Congedato da un sincero applauso della platea,Tommasi ha lasciato la
parola al Vice Presidente Luca Segna, che ha voluto esprimere alcune
considerazioni su quanto appena detto,sostenendo l'importanza della
giusta visione di gioco,la corretta preparazione atletica e di una
solida concentrazione in ogni momento del gioco. "Mantenere una
corretta dose di tensione aiuta a non perdersi nulla nella globalità
della gara" ha sentenziato Luca,portando poi davanti agli associati il
delicato discorso social network,ribadendo la pericolosità di un suo
uso scorretto,esplicitato nel Codice Etico e quindi meritevole di
particolare attenzione.Ha voluto poi chiudere il suo intervento
ricordando a tutti come "tutti i grandi arbitri sono partiti da dove
siete voi,nessun sogno è quindi troppo grande".

Il componente Giacomo Piccoli,penultimo ospite a prendere parte alla
serata, ha portato l'attenzione sul lavoro svolto dagli Osservatori
Arbitrali, ed il loro ruolo di "creazione degli arbitri": basilare il
coraggio di comunicare in faccia ai ragazzi le proprie considerazioni
nel colloquio di fine gara,assieme alla competenza di conoscere
approfonditamente il regolamento,onde evitare spiacevoli sviste.
"Siate comprensivi verso la figura dell'arbitro" ha detto Giacomo,
"eravate anche voi come loro,sapete cosa passa nelle loro
menti":concludendo con una frase ambivalente per Arbitri e
Osservatori,un consiglio sincero "serve l'umiltà di ascoltare e non la
presunzione di sapere,per un confronto proficuo e costruttivo" .
Simone Schiavo, associato della sezione padovana, è stato l'ultimo
componente ad intervenire nella riunione, ricordando brevemente le
caratteristiche motivazionali dei discorsi affrontati lungo l'incontro
serale: " Non siamo qui per risparmiarci, bisogna uscire dal campo con
la consapevolezza di aver dato il massimo,perché sapendo di aver dato
tutto,senza rimpianti,ci porta sicuramente ad una prestazione
positiva". Il Presidente Scarpelli,nel ringraziare gli ospiti,si è
detto "felicissimo a nome di tutti gli associati della Sezione per
questa lezione di grande interesse e valore arbitrale", avendo poi il
piacere di chiamare sul palco il Presidente del Collegio Dei Revisori
Sezionali Enrico Vesentini, nella precedente stagione sportiva
affiancato dai componenti Barreca e Petrillo,  a cui il Presidente
Tommasi  ha consegnato l'Attestato di Benemerenza conferito dal
Comitato Nazionale al Collegio dei Revisori Sezionali per l'eccellenza
qualitativa nell'attività svolta nella stagione sportiva 2015/2016.

Il Presidente,il CDS e tutti i presenti hanno infine ripagato con un
lungo applauso (e alcuni apprezzati omaggi ) la graditissima visita di
questa delegazione del CRA Veneto, autrice di una Riunione che ha
saputo coinvolgere e galvanizzare completamente il
parterre,contribuendo alla continua formazione degli Associati
padovani.La serata è quindi proseguita con gli ospiti e numerosi
partecipanti alla RTO in un ristorante poco distante dalla Fornace.

Letto 800 volte

.                 PROSSIMA RTO                

  Venerdì 10 maggio  2019

Festa delle premiazioni

    Ristorante La Bulesca

Via Fogazzaro, 2  Selvazzano Dentro (PD)

Contattaci

 

Via Nereo Rocco (c/o Stadio Euganeo, Tribuna Est)

35135 - Padova

Tel: 049 8595021

Fax: 049 8591448

Email:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Twitter